Elogio della cravatta

cravatte, una scelta

PAOLO LAMBERTI La cravatta è un capo totalmente inutile, ed oggi non è più considerata d’obbligo in gran parte delle situazioni: è quindi il momento di utilizzarla solo per la sua funzione estetica. Anche perché la camicia aperta sotto la…

Volare nell’acqua

acqua-con-scritta-completa-rid

SILVIA PIO Nata in riva mare, nel tugurio di pescatori dove vivevano i genitori e un buon numero di fratelli e sorelle, vicino al mare era rimasta. Di giorno andava sulla spiaggia, si sedeva con i piedi immersi nell’acqua; passava…

I ritorni degli eroi

ulisse

GIANCARLO BARONI Giorgio Caproni si è a lungo confrontato con la figura di Enea, non solo in poesia (basti pensare al poemetto Il passaggio di Enea del 1954-55 e all’omonima raccolta del ’56) ma anche in prosa. Scrive Filomena Giannotti…

Un “Così sia”

rinuccia-per-eva

EVA MAIO Un Così sia laico dove raccogliere speranze un po’ bambine, lampi di consapevolezze e il prendersi impegni col tempo che resta. Così possa avvenire forse che i vapori che salgono dalle radici all’ultima piccola foglia dell’albero di vita…

70 anni di poesia

mondole-x-margutte

GABRIELLA MONGARDI Casa solitaria Dalla casa solitaria non esce più alcun rumore, si sente solo il sibilar dell’aria, sulle finestre non v’è più un fiore. Dinanzi alla casa sta un pupazzo di neve: l’ha fatto il bimbo, prima d’andar via,…

La montagna incantata

Davos

ANTONIO VIGLINO Der Zauberberg, pubblicato nel 1924, è forse il romanzo fondamentale del Novecento, in quanto anticipa l’approdo dell’Occidente alla visione del mondo che ancora regge il nostro contemporaneo. Il libro narra dei sette anni trascorsi da Hans Castorp nel…