Monthly Archives: 14 aprile 2018

Una dinastia leggendaria

Bartolomeo si trova al centro, con la moglie Luigia Stella alla sua sinistra, il fratello Battista e la moglie di questi, Giuseppina Culasso, alla sua destra. Quattro dei bambini sono suoi figli; la piccola in primo piano è una nipote, nata dall’altro fratello Giuseppe

BARTOLOMEO PIO (scritto di suo pugno per la famiglia datato Mango, 20 dicembre 1982) Dopo aver scrutato nella mia memoria gli anni remoti della mia vita trascorsa, mi proverò, con la scorta di notizie e confidenze avute attraverso i tempi…

Poeti dal Mondo, Jagari Mukherjee, India

Opera di Marilena Morano - Painting by Marilena Morano

ROSA BLU Amo ciò che ami – Una poesia, per essere precisi. La mia lingua manca di eloquenza Quindi, per essere concisi… Ho visto una rosa – Ricordo la tua mano Toccare rose che diventavano blu E le tue dita…

Lara Del Pizzo in mostra a Savona

Espressioni, dittico 2015

SILVIA BOTTARO Si è inaugurata il 4 aprile a Savona presso gli spazi espositivi della CARIGE in corso Italia 10 la mostra “Vetrine d’artista”, che rimarrà visitabile fino al 3 maggio 2018. È un’iniziativa dell’Associazione Culturale savonese “R. Aiolfi” –…

Mangiare (è) cultura

mangiare-e-cultura-locandina

STEFANO CASARINO Il 2018 è l’anno del cibo italiano: tra le tante iniziative, anche la Delegazione di Cuneo dell’A.I.C.C. ha trattato questo tema, dedicando il suo Convegno Annuale, di cui si è appena conclusa la Sessione Primaverile, al rapporto complesso e affascinante…

Beethoven e Les Adieux

ludwig-van-beethoven-660x350-1473229229

UMBERTO BECCARIA. Oggi parlo di una delle poche sonate a cui Beethoven aveva dato un titolo esplicito, ossia la Sonata op.81a “Les adieux”. Questo lavoro era molto caro al compositore tedesco poiché era stato ispirato dalla partenza forzata dell’Arciduca Rodolfo,…

L’albero di viale Argonne

albero-cm-41x30-tempera-su-carta-2005-evid

CLAUDIO ZANINI Esultavano le fronde al sole, stormire verdeggiante, nel vespertino tremore, e tutto fremeva l’albero grande, dalle radici nel grembo materno d’ombra terrestre feconda alle cuspidi in alto leggere. Non canta più l’albero immenso di viale Argonne, ora reciso…