La valigia di Hermes

14. “Carriera” poetica

(da Wikipedia)

DINA TORTOROLI Quando ero una studentessa assillata dall’inattendibilità di Alessandro Manzoni, mi  interrogavo anche sulla  genesi dei Versi in morte di Carlo Imbonati. Mi sembrava che, a Parigi, il ventenne Alessandro – in balìa di insospettate difficoltà – fosse infine…

Amor mi mosse, che mi fa parlare

Dante-locandina - Copia

  GABRIELLA MONGARDI. Ho scelto come titolo un verso di Dante stesso (Inf. II, 72) per due motivi: innanzitutto perché se “mi sono mossa” e ho osato prendere la parola in questa specialissima ‘festa di compleanno’ è solo appunto per…

Vivere il declino

7-6-c-sottocornola-eighties-laudes-creaturarum-81-collage-vi

CLAUDIO SOTTOCORNOLA Ci sono epoche di tramonto e declino, o di trapasso, in cui tutta una serie di paradigmi e riferimenti si eclissano, lasciano il posto ad altro, semplicemente dissolvono o trasmutano in un indifferenziato indeterminismo – morale, estetico, valoriale,…

Dante e il Novecento… 25 anni fa

Dante Alighieri

GABRIELLA MONGARDI Una domanda per molto tempo ha turbato i miei sonni, all’inizio della mia carriera di insegnante di Liceo: perché i programmi ministeriali prevedono la lettura del Paradiso dantesco nell’ultimo anno del triennio? Solo perché, per una felice coincidenza,…

13. Coping: far fronte

Andrea Appiani, ritratto di Giulia Beccaria e suo figlio

DINA TORTOROLI Leggere le emozioni altrui può essere veramente uno strumento conoscitivo potente, ma ci si deve impegnare nell’osservazione scrupolosa delle circostanze in cui esse vengono manifestate. A uno spettatore distaccato, Giulia Beccaria e Alessandro Manzoni che versano lacrime insieme…

Juvenile Magnolia

juvenile-magnolia

STEPHEN WILSON Tutto l’anno ho aspettato sulla promessa di un bozzolo verde pallido che cresceva in modo quasi impercettibile con tepali incapaci di liberarsi eppure sempre in punto di scoppiare come se qualcosa dentro quasi non riuscisse a incoraggiarli, non…

Antonio Pizzuto o del morire la morte

antonio-pizzuto-1

CARLO CARLUCCI A Stefania Nonvel i.m. I saggi (ed ogni vero scrittore, per quanto pazzo, lo è) ne sono consapevoli: la poesia ha un suo ineluttabile farsi nostro malgrado. Aveva incominciato Omero col cantami o Musa. Ad Antonio Pizzuto ancora…