Tag Archive for Silvano Gregoli

E Mondovì è sempre laggiù

e-laggiu-mondovi-copertina

GABRIELLA MONGARDI Sono passati trent’anni, da quando è uscito a Mondovì, per le edizioni “Il Belvedere”, il primo libro di racconti del fisico italo-belga Silvano Gregoli: E laggiù, Mondovì. Nell’introduzione, l’autore rivela di essersi fatto scrittore per non dimenticare l’eclisse del…

La campana di San Rocco

(foto Arch. Pellegrino)

SILVANO GREGOLI Rimasuglio di cassetto (data incerta) trovato nel vecchio appartamento dell’autore in via delle Ripe. Rimasterizzato da Margutte nel novembre 2020  *** Questo racconto narra di un fatto drammatico avvenuto a Mondovì, nel rione di San Rocco – ora…

In mongolfiera, alla verticale di Mondovì

(foto di John Aimo)

  SILVANO GREGOLI Cronaca di un non-volo, mai-effettuato da John Aimo con i membri della redazione della non-rivista online Margutte. Testo inventato del non-discorso tenuto dal Capitano ai passeggeri.   ***   Carissimi membri della redazione di Margutte, vorrei offrirvi…

Sempre d’ottobre

postino a Longarone

SILVANO GREGOLI Ottobre 1963. Longarone. Senza parole… INTRODUZIONE La Poesia e la Morte Silvano Gregoli ritorna su Margutte con uno scritto inedito che rivisita sostanzialmente un suo lontano articolo comparso sul mensile monregalese “Il Belvedere” nel 1963.  Magistrale il montaggio del nuovo…

Visioni lunari

colombatto-x-visioni-lunari

SILVANO GREGOLI   Anni ’60,  zona del Pian della Tura. Mondovì, sabato pomeriggio, Piazza Adua. È maggio, è scoppiata la primavera ma le montagne sono ancora bianche. Noi del rifugio siamo pronti ai piedi delle lambrette. Siamo una dozzina, c’è…

Per un pelo…

marguareis

SILVANO GREGOLI Dedico questo racconto a tutti quelli che, almeno una volta nella loro vita, hanno visto la loro morte alla distanza di un pelo. Dicono: «Mi è proprio andata al pelo!», «C’è mancato un pelo che…», e accompagnano la…

I delfini

Gustave Courbet, L'onda

SILVANO GREGOLI Passeggiavo, l’altro giorno, su una spiaggia australiana candida e deserta accompagnato da Sam, un cane pastore locale, incrocio sanguigno tra la volpe e il dingo; un cucciolone dal pelo rossiccio e dall’occhio giovane e attento. Eravamo soli sulla…