Tag Archive for recensioni

DE SICILIENSIBUS LIBIDINIBUS*

06-08-gabriella-vergari-capriccio-siciliano

FRANCO RUSSO Inizio con una confessione: sono un aristocratico e un manicheo e non sono mai riuscito a considerarli dei difetti; al contrario mi paiono virtù. Così, per tutta la vita, fedele al precetto stoico/epicureo/scettico, mi sono astenuto dal formulare…

La polimorfia del reale

wilcock-copertina

GABRIELLA VERGARI «Che diavolo! La realtà è un luogo piacevole da visitare, ma nessuno ha voglia di viverci a lungo, e certamente la letteratura non ci si è mai eccessivamente fermata… » L’affermazione dello scrittore americano J. Barth non potrebbe…

Il linguaggio femminile dell’eros e del corpo

03-08-il-corpo-leros-cover

GIULIANA BAGNASCO Franca Alaimo, autrice dell’introduzione, e Antonio Melillo, autore della postfazione, con due interventi illuminanti tratteggiano il panorama della produzione poetica contemporanea, nazionale ed internazionale, testimoniando l’evoluzione della mentalità, dell’eticità e dei costumi, riguardo all’eros e al ruolo della…

La protesta è tutta un rap

rap

LORENZO BARBERIS You’d rather see me in the pen Than me and Lorenzo rollin’ in a Benz-o (NWA) “La protesta è tutta un rap” è un brillante saggio dello scrittore e libraio monregalese Marco Picco, edito nel 2017 tramite un crowdfunding su Bookabook.it,…

L’ultima lezione di Zygmunt Bauman

bauman-ultima-lezione

SERGIO GIULIANI Ebreo polacco, nato nel 1925 a Poznan, Zygmunt Bauman attraversa gli sconvolgimenti sociali e le culture europee fino ai giorni nostri aspirandone veleni ed esperienze. Fugge in Unione sovietica all’invasione della sua terra, si fa marxista fino al…

Shakespeare avrebbe potuto fare anche … il regista

shakespeare-in-movie

STEFANO CASARINO. “Shakespeare in Movie” è il titolo di un recente saggio di Andrea Panizzi, edito nel 2016 da De Ferrari Ed., Genova. Grazie alla collaborazione, ormai consolidata, di alcune associazioni culturali (la Delegazione di Cuneo dell’A.I.C.C.; Gli Spigolatori; il…

Scommesse di Paradiso

iguana

GABRIELLA VERGARI. Mai letto un libro così, a parte forse La nube purpurea (The Purple Cloud) di M. Ph. Shiel (1901). Non mi è perciò venuto difficile credere alla stessa Anna Maria Ortese, una delle voci più complesse e interessanti…