Runaway

degas_four-dancers

LAURA BLENGINO

(Analisi video musicale “Runaway” di Kanye West. Vedi qui)

Questa canzone è Runaway di Kanye West, dell’anno 2010. L’autore è un rapper e produttore discografico statunitense.
Il video inizia con il cantante che si alza da una tavolata enorme e va a suonare il pianoforte.
Durante le prime note arrivano correndo delle ballerine classiche, con tanto di tutù corto e punte.
La melodia iniziale è delicata e i movimenti sono fluidi, flessuosi e morbidi, di stile classico.
Bello che solamente tre ballano e le altre sono immobili, in cerchio e di schiena. In attesa di incominciare.
Queste iniziano solo quando arrivano le parole.
E i movimenti non sono unicamente di classico, ma c’è anche lo stile contemporaneo. Notare come le linee del corpo sono spezzate: i piedi rivolti all’interno, mani tenute a 90 gradi, schiene incurvate e i passé paralleli. Tutte cose all’opposto di classico.
Le ballerine sono variegate: alcune ballano classico, altre contemporaneo.
Quest’ultimo stile sembrerebbe confermato poiché le facce delle danzatrici sembrano impassibili, non esprimono alcun sentimento.
A un certo punto la musica diventa più ritmata, a scatti, e allora anche i movimenti lo diventano, quasi robotici. Le ballerine rimangono in posa come ci fosse stato un fermo immagine.
Il video prosegue e vengono inquadrati gli ospiti alla tavola che innalzano tutti un calice, tranne una. Anch’essi immobili, in posa.
Poi il cantante sale sul piano. A simboleggiare una protesta o che non esistono più regole?
Comunque sia il pezzo è ispirato al film omonimo Runaway di M. Crichton del 1984. Pellicola di fantascienza. Venne però oscurato da un altro successo dello stesso anno: Terminator.
La trama è: un funzionario di polizia in un futuro scopre come programmare robot per uccidere. Crea così dei veri e propri killer privi di sentimenti e rimorsi. Finché un giorno suo figlio diventa un obiettivo.
L’abbigliamento delle ballerine è completamente nero. Forse a indicare il lutto per la gente uccisa dai robot killer?
Mi piace il video, oltre che per la danza, perché con le ballerine ferme mi pare di ammirare un quadro di “Degas”.
Anche la musica è da apprezzare.

(Immagine di Edgar Degas)