Gocce di rugiada, la lunga strada verso la brevità dell’haiku

cover1019改

SILVIA PIO (a cura)

Breve libertà
di un bocciolo che cade
giù dal ciliegio

How short

Che mi si lasci
nel mio mondo piccolo
fragile, tenue

Leave me my own world

Le traduzioni dall’inglese sono di Silvia Pio

Dewdrops, 100 haiku di Germain Droogenbrood in giapponese, inglese, spagnolo e olandese con illustrazioni di Satish Gupta e calligrafia di Taeko Uemura. Editing della versione spagnola: Rafael Carcelén, di quella inglese: Stanley H. Barkan, di quella giapponese: Taeko Uemura e Mariko Sumikura.

Nato nelle Fiandre di lingua olandese, che fanno parte del piccolo stato del Belgio, Germain Droogenbroodt è diventato un poeta “universale”, pubblicato in ventotto lingue diverse. Ha visitato più volte l’Estremo Oriente e studiato le culture e le filosofie dell’Asia; di conseguenza la sua opera poetica è diventata sempre più filosofica…

Tra i suoi trenta libri di poesia moderna internazionale, si trovano le traduzioni in olandese di due raccolte di haiku giapponesi di Bashô, Buson, Issa e Shiki, i quattro più importanti poeti haiku giapponesi. Pensando che, escluse poche eccezioni, solo i giapponesi sono in grado di scrivere haiku decenti, non ha mai pubblicato i propri, scritti occasionalmente negli anni, finché numerosi poeti giapponesi hanno dichiarato che non erano per nulla “occidentali” ma tipici giapponesi.

Al festival internazionale di poesia tenuto a Kosovo quest’anno, la poetessa giapponese Taeko Uemura, direttrice del JUNPA (Japan Universal Poets Association, Associazione di poeti universali in Giappone) lo ha invitato a tradurre i suoi haiku in inglese e si è offerta di scriverli in calligrafia giapponese. Mariko Sumikura, presidente e fondatore del JUNPA, li ha tradotti in giapponese e ha pubblicato Dewdrops (Gocce di rugiada), una raccolta di 100 haiku in quattro lingue (giapponese, inglese, olandese e spagnolo) ed ha invitato l’autore a Kyoto, sede del JUNPA.

IMG_3595
Satish Gupta, un famoso artista indiano, buddista ZEN, amico dell’autore e poeta lui stesso, è stato ospitato nella casa spagnola di Droogenbroodt per produrre venti disegni ispirati agli haiku. Gupta ha già illustrato in precedenza quattro libri di poesie dell’autore. L’immagine della sua scultura monumentale del Buddha è diventata la copertina della splendida raccolta poetica; inoltre ha creato cinque sculture ispirate all’haiku “Leave me my world / that small world of mine / so fragile, so frail” (Che mi si lasci / nel mio mondo piccolo / fragile, tenue), pubblicato in Dewdrops. Le sculture sono state esposte a Mumbai per tutto il mese di dicembre insieme alla ragguardevole scultura (alta tre metri!) che appare in copertina.

Taeko presenting Germain and Dewdrops DSC_0187 (2)
Dewdrops è stato presentato il 7 dicembre con una lettura della poetessa-professoressa Taeko Uemura (giapponese) e di Germain Droogenbroodt (inglese, olandese, spangolo) presso l’università Seika Art and Literature di Kyoto. Il rettore dr. Manabu Kitawaki ha onorato il poeta con la sua presenza. La raccolta è stata ufficialmente presentata il 9 dicembre con un reading nelle varie lingue, accompagnato dalla violinista Yoko Kumazawa e dal chitarrista-flautista Taro Kishimoto. Tra le autorità giapponesi presenti c’era il dr. Nakamura Jun-ichi, ex amabasciatore giappone in Belgio. Non solo la poesia, ma anche le letture multilingue, hanno affascinato il pubblico giapponese.
Germain reading at Seika Univ 7 12 2016 DSC_0071 (2)
Dewdrops segue principalmente la tradizione haiku giapponese e contiene haiku sulle stagioni, ma anche sulla creazione poetica, alcune poesie “ecologiche” e haiku d’amore, combinando con successo l’haiku tradizionale e filosofico con un gusto moderno e contemporaneo.

Nell’articolo in inglese si trova un’intervista con l’autore.
I disegni e le poesie di Satish Gupta in Margutte si trovano qui.

Ricordiamo che il poeta collabora con Margutte con la rubrica Piovono Poesie.

Germain Droogenbroodt conosce il nostro paese

English
Español