Marlen Pizzo: l’incantatrice di parole

Marlen

LAURA BLENGINO

E’ possibile che ci si innamori di un cavallo? O un biglietto di treno diventi una poesia futurista? O che un gatto parli con la voce di un cane? Sì, è tutto possibile grazie alla talentuosa voce di Marlen Pizzo. Arricchita dall’accompagnamento musicale di Marco Marenco.
Lei si diploma nel 2006 alla Scuola del Teatro stabile di Torino. Fa vari stage e varie esperienze, anche nel cinema e tv. Recentemente fa parte dell’associazione culturale Arno Klein.
Questa serata sembra non aver confine. Sospesi tra spazio e tempo.
Ognuno del pubblico porta un qualsiasi testo, non c’è limite. Un libro, un biglietto, uno scontrino, una canzone, un fumetto. Sarà sempre il pubblico a decidere lo strumento accompagnatore. E allora saranno tutti cavoli del musicista e della voce.
E il sogno del portatore di testo prende forma, colore e consistenza. La fantasia galoppa sulle forme delle lettere. Tra il bianco e il nero delle pagine.
Ascoltiamo rapiti e ci domandiamo: quando sarà la prossima serata.
Grazie a Marlen Pizzo, a Marco Marenco e a “La Bottega Errante” che hanno creato questo magico evento.

Durante la serata “Lettura d’improvviso” a Mondovì. Uno del pubblico porta la canzone “Shock in my town” di Battiato e sceglie lo strumento. Marlen Pizzo la interpreta.

(Per vedere altri video, guarda il margutte)

(Foto “Serata D’improvviso, 2013″ di Laura Blengino)