Gli Svaghi Platonici

platone

“Svaghi platonici” intende essere il laboratorio creativo di “Margutte”, inteso nell’accezione più ampia possibile. Qui troveranno spazio gli esperimenti letterari ed artistici più disparati, i divertissment, la lucida scrittura ludica, i giochi di parole, le sciarade, i pastiche. “Svaghi”, dunque, ma perché “platonici”? In parte vale, con un po’ di ironia, per “utopistici”, così come utopico, ideale è, nel sentire comune, un “amore platonico”: e l’Utopia è un segno importante  di Margutte. Ma, certo, il richiamo a Platone è un rimando che volevamo inserire come riferimento al Mondo delle Idee, quell’iperuranico spazio virtuale che, per certi versi, la rete viene oggi a concretizzare. Il serissimo gioco letterario, dunque. Ma in una forma che tenga conto, ove possibile, anche delle nuove possibilità offerte dal world wide web; ivi incluso, ovviamente, anche il contributo spontaneo del lettore, affezionato e casuale, che potrà contattarci da qualunque parte del mondo tramite la rete globale.

Margutte

Raffaello, “La Scuola di Atene”, particolare con Leonardo