SubsOnicA

10291325_10205866958386634_4291079329525862463_n

LAURA BLENGINO

Di domenica si svolge questa serata speciale. 14-06-15. Concerto Subsonica.
Arriviamo reduci da conferenze e caldo. A guardarci sembriamo Lazzaro. Ma nonostante tutto siamo carichi e pronti per ascoltare buona musica.
La gente inizia ad arrivare e la ressa si forma. Ci preoccupiamo. “Ma ci sentiremo soffocare?”. Ci rispondiamo “Attacca il panico!”.
E poi preghiamo che non arrivi il diluvio, perchè tutto il giorno minaccia di piovere.
Poi le luci si accendono. Gli artisti arrivano. La musica inizia. E l’adrenalina sale. Note, parole, voci e colori si mischiano all’unisono.
La calca si restringe verso il palco.
Se volessimo uscire, la vedo dura. Sembra una discolabirinto.
Tutti che cantano le stesse parole. Non importa da dove vengono e quali sono le loro storie. Tutti hanno percorso strade per arrivare fin qui.
Ci affasciniamo, ci emozioniamo, cantiamo e seguiamo rapiti il concerto.
Alla fine delle due ore tutto tace e si spegne. La magia è finita.
Siamo liberi tutti.
Una nuova ossessione mi trafigge la mente. Recuperare con l’ascolto tutte, ma proprio tutte, le canzoni del gruppo.
Intanto il veleno del rimorso si diffonde nel mio corpo: perchè non li ho scoperti prima?
Grazie Subsonica per questa magica serata. E grazie a Mondovì e a chi ha organizzato l’evento.