Skyline

WP_20150529_21_40_15_Pro(Mini-racconto ispirato all’opera “Skyline” di Corrado Ambrogio)

LAURA BLENGINO

La notte avvolgeva ogni cosa. E la pallida luce lunare si abbarbicava su ogni cosa, della città dormiente. Palazzi, cortili, lampioni, gatti stesi appisolati.
Una finestra era aperta. La luce entrava timida.
Si appollaiò su una libreria. Carica di libri.
E una domanda sorse spontanea. Quanti libri ci sono in un’abitazione? E in un condominio? E quanti in una città? Si potrebbero fare grattacieli di libri. La cultura che tocca il cielo. Sperando di non fare la torre di Babele!
Allora la Luna si affacciò in ogni casa. E iniziò a contarli. Uno ad uno. Finchè si addormentò e lasciò il posto al Sole.
E anche la notte dopo. E quella dopo ancora. E così via.
La sua nuova ossessione. I numeri dei libri.
Finchè non avesse finito la sua sfida, non avrebbe ceduto.
E alla fine vinse.
3.141.592.
Aveva finito. Ed erano passati 365 giorni.
E la città dormiva ignara. Per poi risvegliarsi al mattino.