Saggistica

I due sacripanti

Enrichetta Blondel e Alessandro Manzoni

DINA TORTOROLI L’esperimento di “chimica fisiologica”, tentato a Parigi, non andò a buon fine. La pubblicazione dei Versi in morte di Carlo Imbonati non produsse la desiderata “reazione”: la “trasformazione” dell’atteggiamento degli Idéologues nei confronti di Alessandro Manzoni Beccaria. L’“universo”…

Dante cantautore?

Dante Alighieri

GABRIELLA MONGARDI Tutto ha inizio da un concerto del Festival dei Saraceni 2021 – anno dantesco, come tutti sanno – che  aveva come titolo un verso di Dante “…. la dolcezza ancor dentro mi suona”, e come sottotitolo: “Le sonate…

Poesia come pittura

colezione-privata-sancino

GIANCARLO BARONI Esistono un punto di partenza neutro e un’origine a grado quasi zero da cui l’arte pittorica magicamente scaturisce sprigionando la propria energia creativa e luminosa, esiste un attimo in cui la materia ruvida del quadro viene pervasa e…

15. Un prima e un poi

Alessandro Manzoni

DINA TORTOROLI Alberto Chiari, uno studioso del Manzoni particolarmente attento e schietto, dichiara: «Il Manzoni non è stato sempre così chiuso come lo si proclama; c’è stato invece per lui, chiaro e inequivocabile, un “prima” e un “poi”. Egli è…

Thomas Mann e le tensioni della modernità

21-7-serra-di-cassano-copertina

FRANCESCO SERRA DI CASSANO Il lavoro creativo nelle epoche di crisi Lo spirito del Novecento poggia le sue tracce su un terreno fragile, frastagliato, sporco. Spesso indugia sulla soglia alla ricerca di una via… Se una via esiste, allo spirito…